mercoledì 7 maggio 2008

Jane Eyre la vera femminista
























Ho finito di leggere il bel libro di Charlotte Bronté "Jane Eyre" che mi è sembrato veramente bellissimo anche perchè supportato dai films visti recentemente: sia quello di Zeffirelli che la mini seririe TV, ma anche dal vecchissimo di Orson Welles.
E' un romanzo dell'ottocento e come tale è estremamente descrittivo e puntiglioso, tutto pieno di spirgazioni e di "bon Ton", ma anche estremamente femminista!
La protagonista è fin dall'infanzia padrona della sua vita e custode della sua integrità morale.
Tutto ciò che è fisico e apparenza ha minima importanza, ma spratutto è impotante cercare dentro l'intimo umano per trovare il bello di una persona : la sua essenza la sua anima.
Carlotte Bronté lo fa con la sua eroina e Jane Eyre con il lettore: ci irretisce in questa ricerca fino alla fine e qui si scopre che la chiave per aprire la porta della felicità consapevole è l'amore.

Il film di Zeffirelli è rivolto tutto all'introspezione, al sentimento ed è estremamente esauriente pur avendo un tempo di svolgimento prestabilito, mentre l'altro, la miniserie ci chiarisce con più particolari lo svolgimento della vita di questa ragazza, ma entrambi sono estremamente emozionanti.

1 commento:

Asgaroth ha detto...

sono entrambi film belli perchè è Jane che è meravigliosa ♥ !!!
è un personaggio stupendo che riesce con la sua forza di volontà, nonostante le avversità che la vita e il mondo le parano sempre davanti, a costruirsi un futuro radioso e ricco d' amore!
..è la mia eroina XD
non veod l' ora di leggere il libro ^^

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...